Fiori di canapa sativa con broccoli e pesto

11 settembre 2014

Forse dovrei chiamare questa ricetta “broccoli con pasta e pesto”, considerando il rapporto broccoli/pasta :-). A noi I broccoli PIACCIONO, per questa ragione non sto di certo a risparmiare su un vegetale che ha tantissime proprieta’ antiossidanti e che per questo non dovrebbe mai mancare dalla tavola di chi vuole prevenire il cancro. I miei bimbi addirittura quando mangiano questa pasta partono dai broccoli e quando tutti I pezzettoni sono finiti iniziano a reclamare gli altri :-)! Quindi… perche’ non abbondare?

La pasta ai broccoli e’ una di quelle ricette che a casa nostra si ripete, spesso e volentieri il mercoledi’ sera. In Olanda I bimbi infatti il mercoledi’ escono da scuola alle 12:30 invece che le 15:15, quindi il mercoledi’ pomeriggio ho entrambi I bimbi per me. Se la giornata e’ bella, passiamo a prendere il mio bimbo piu’ grande a scuola e rimaniamo direttamente in giro. Questo significa tornare tardi e avere poco tempo per cucinare la sera. L’equazione e’: BIMBI + DIVERTIMENTO – TEMPO = PASTA! 🙂
Ieri ad esempio abbiamo pranzato al parco e poi siamo andati in biblioteca a prendere qualche libro di favole. Io ho colto l’occasione per farmi una mezz’ora buona di “spinta di passeggino” a passo sostenuto, assicurandomi cosi’ un po’ di quell’esercizio fisico quotidiano che non dovremmo farci mancare. L’attivita’ fisica infatti e’ fondamentale per la prevenzione del cancro, sia per I sani, sia per chi si e’ precedentemente ammalato. E questo vale soprattutto per il cancro al seno ed il cancro alla prostata, i due tipi di cancro maggiormente messi in relazione al nostro stile di vita. Ora che ho iniziato “herstel en balans”, questo corso di riabilitazione per malati di cancro, sono spronata a rimettermi in forma. Ed era ora! Perche’ a parte il caricarmi 20 kg di bimbo su tre piani di scale (!!!) non faccio movimento da Novembre 2012 (ovvero dall’inizio della terapia). Posso anche fare prediche su cosa dovremmo o non dovremmo mangiare… ma il movimento e’ altrettanto importante. Infatti piu’ movimento si fa, piu’ si aiuta il nostro corpo a liberarsi delle scorie. Che in altre parole significa: piu’ ci si tonifica e piu’ ci si puo’ concedere qualche strappo :-))). Scherzo…. uhm uhm…
Questa pasta ad essere sinceri e’ effettivamente un po’ uno strappo alla regola se la si mette in relazione ad una alimentazione veramente anticancro. La pasta, anche a detta di Cascina Rosa, si salva un po’ in coda perche’ la farina di grano duro ha un indice glicemico piu’ basso rispetto a quella di grano tenero. Tuttavia, se non integrale, e’ un alimento che ci da’ delle calorie vuote, perche’ prive di sostanze nutritive. Inoltre, anche se piu’ lentamente rispetto al pane, la pasta si trasforma pur sempre in zucchero nel nostro sangue… insomma andrebbe evitata o mangiarne molto poca. Io la mangio ancora, 1 o 2 volte la settimana, quasi sempre integrale e preferibilmente di grano duro o farro (perche’ quest’ultimo ha un indice glicemico piu’ basso rispetto al frumento). Quasi sempre perche’ ogni tanto mi capita di mangiare anche pasta bianca, come in questo caso in cui ho fatto un’eccezione per provare questi “fiori” che oltre al grano duro macinato a pietra (quindi di qualita’ superiore rispetto alla classica pasta del supermercato) sono fatti anche con la farina di canapa sativa, da poco riscoperta come alimento salutare perche’ ricca di proteine, fibre, amminoacidi e grassi essenziali.
Per abbassarne l’indice glicemico, la strategia e’ stata questa:
1.accompagnare la pasta con dei broccoli in un rapporto di 1:2, quindi usando moolti piu’ broccoli che pasta
2.l’ho condita con un pesto (buonissimo!) di basilico e spinaci fatto sostituendo i latticini (il caro vecchio parmigiano) con noci e pinoli

Direte voi: ma sta pasta e’ una bomba! Beh, sano non sempre significa dieteteico. Infatti una cosa che ho imparato recentemente e’ che i grassi – quelli giusti intendo – hanno un ruolo fondamentale nel mantenimento della nostra salute. Infatti I grassi di tipo omega-3, contenuti nelle noci e pinoli, non solo aiutano a mantenere alti I levelli di colesterolo buono (HDL) e bassi quelli del colesterolo cattivo (LDL), ma abbassano anche l’indice glicemico! Inoltre questo pesto, fatto con verdure in foglia verdi e’ anche ricco di vitamina C (cosi’ importante per noi amazzoni) e, grazie alla presenza dell’aglio crudo, ha proprieta’ antibiotiche e antibatteriche.
Usare questo pesto mi ha anche consentito di evitare il solito soffritto di aglio e olio (e acciughe per chi gradisce) che e’ solito accompagnare questo piatto. Ho usato invece dell’olio a crudo di buona qualita’ e spremuto a freddo, ricco quindi di polifenoli.
Insomma, chiaramente essendo un piatto molto calorico non dobbiamo abusarne, ma io credo che sia un bel primo passo verso una alimentazione piu’ consapevole e sicuramente piu’ sana. Inoltre, preparando il pesto in anticipo, questo pasto oltre a sano diventa anche veloce, che al giorno d’oggi non e’ secondario…

fiori_canapa_pesto_broccoli_01

Ingredienti per il pesto:
60g di basilico
60g di spinaci freschi in foglia
60g di noci
60g di pinoli
3 spicchi di aglio
170ml di olio di oliva spremuto a freddo
2 pizzichi di sale

Ingredienti per la pasta:
500g di fiori (pasta di semola di grano duro e farina di semi di canapa sativa 8%)
125 g di pesto di basilico e spinaci
2 broccoli grandi (ca. 1 kg)

fiori_canapa_pesto_broccoli_03

Procedimento per il pesto (ne servono 125 g):
.lavare e asciugare il basilico e gli spinaci
.inserirli in un mixer (bimby nel mio caso) insieme all’aglio, le noci, I pinoli e azionare fino ad ottenere un impasto piu’ o meno omogeneo
.unire l’olio e aggiustare di sale integrale

Procedimento per la pasta:
.staccare I broccoli dal loro tronco e sciaquarli sotto l’acqua corrente
.portare a ebollizione una grande (e se dico grande intendo VERAMENTE GRANDE!) pentola d’acqua
.versare un pugnetto di sale marino grosso integrale e subito dopo I broccoli
.diluire I 125 g di pesto con 4 cucchiai di acqua calda della cottura
.dopo 5 minuti aggiungere la pasta*
.dopo 4 minuti scolare pasta e broccoli
.versare di nuovo il tutto nella GRANDE 🙂 pentola e mescolare vigorosamente in modo che si crei una sorta di crema
.decorare con qualche foglia di basilico, facoltativo 🙂

*questi fiori di canapa sativa hanno una cottura di 4 minuti per questo ho gettato prima I broccoli, se la pasta avesse avuto una cottura di 8-10 munuti li avrei gettati insieme

fiori_canapa_pesto_broccoli_04
Per conservare il pesto, mettetelo in un contenitore assicurandovi che non rimangano bolle d’aria all’interno (io lo scuoto un po’ e lo sbatto due o tre volte sul tavolo) e poi ricoprite la superficie con dell’olio. Io lo conservo in frigorifero (per al massimo una settimana, meglio 3-4 giorni). Io, oltre a condirci la pasta, lo uso per insaporire le verdure o anche per farcire dei panini, come questi che avevo preparato per I miei bimbi per il pranzo al sacco del mezzogiorno. Cosi’, ho preso due piccioni con una fava :-).

fiori_canapa_pesto_broccoli_05

 

Tempo 30 minuti di preparazione, 10 minuti circa di cottura (dipende dal tipo di pasta)

 

Difficolta’ bassissima

 

Prevenzione e dieta DIANA Se volete saperne di più sulla dieta consigliata da Cascina Rosa (Istituto Nazionale dei Tumori di Milano) a donne che hanno avuto il cancro al seno cliccate qui. Questa dieta e’ in ogni caso indicata per tutte le persone che vogliono adottare uno stile di vita piu’ salutare che li aiuti a prevenire il cancro e altre malattie degenerative.

 

bye-bye salsiccia e’ anche su Facebook e molto attivo su Instagram, se avete bisogno di un po’ di ispirazione e volete tenervi aggiornati seguitemi e diffondete la voce, grazie! 🙂

 

 

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply